Pasta Fresca

Gnocchi patate e basilico in salsa di melanzane e pomodori

Maccheroni o gnocchi? Boccaccio immortalò i maccheroni in una celebre novella, ma in realtà erano gnocchi e fu in seguito Luigi Messedaglia, storico dell’alimentazione italiana, a spiegare proprio che si trattava di gnocchi. La parola maccheroni deriva infatti da maccare che significa ammaccare e impastare. Le prime ricette risalgono al Medioevo e al Rinascimento: i cuochi di corte come Cristoforo Messisbugo preparavano gnocchi per gli Estensi a Ferrara, così come Bartolomeo Scappi, cuoco del Papa, preparava un impasto di farina, mollica di pane Leggi Tutto...

Lasagne verdi al ragù di carne

Oggi prepariamo insieme la pasta fresca per cucinare un gustosissimo piatto di lasagne. Coloriamo le nostre lasagne di verde utilizzando gli spinaci e mettiamo in pentola un profumatissimo ragù alla bolognese per farcirle. Niente male per essere lunedì, vero? Ingredienti per 4/6 persone:   Per il ragù di carne cliccare QUI e QUI   Per la sfoglia 200 g di farina di grano tenero adatta alla pasta fresca una manciata di semola di grano duro o di farina di mais per polenta (per il piano di lavoro sul quale impastiamo) 2 uova intere 1 Leggi Tutto...

La pasta: regina indiscussa della tavola italiana

La pasta: regina indiscussa della tavola italiana Tutto iniziò quel momento in cui le civiltà passarono dalla vita nomade a quella stabile e cominciarono a coltivare i campi: a seminare i cereali, a raccogliere il grano trasformandolo in farina e a produrre la pasta. Sembra semplice, ma fu un processo lungo: l’uomo imparò a macinare il frumento e ad impastarlo con l’acqua, quindi a cuocere la pasta ottenuta su pietra rovente e, in seguito, nell’acqua bollente. Le prime tracce nella storia sono Leggi Tutto...

I cappelletti in brodo della nonna Nina

I cappelletti in brodo della nonna Nina La nonna Nina ha ottant’anni suonai da mesi, le ossa che cigolano, i muscoli che fanno un po’ cilecca, ma a Natale non rinuncia mai a fare centinaia di cappelletti in brodo. Si alza la mattina presto, prepara tutto cominciando dalla cottura della farcia; sistema l’asse di legno, il mattarello e tutto l’occorrente e poi ci da dentro di olio di gomito. Compone tanti sacchettini da gelo contenenti varie porzioni e li congela per le Leggi Tutto...

Ravioli ai funghi porcini serviti con ragù di carne

RAVIOLI AI FUNGHI PORCINI SERVITI CON RAGU DI CARNE Oggi prepariamo insieme questi ravioli fatti in casa con una farcia estremamente saporita, a base di funghi porcini e li portiamo a tavola con un buon ragù di carne.   Ingredienti per fare la sfoglia (per 4/6 persone) 150 g di farina di grano tenero tipo 0 50 g di semola rimacinata di grano duro 2 uova intere un pizzico si sale fino   Ingredienti per la farcia dei ravioli 100 g di funghi porcini secchi sale fino quanto basta prezzemolo tritato 1 cucchiaio Leggi Tutto...

Ravioli fatti in casa serviti con zuppa di farro e piselli

  RAVIOLI FATTI IN CASA SERVITI CON ZUPPA DI FARRO E PISELLI IMPASTO DEI RAVIOLI CON POLVERE DI SPINACI E FARINA DI GRANO TENERO DI TIPO 2 FARCIA DEI RAVIOLI A BASE DI MELANZANE E BASILICO   Torno ad impastare e a mettere le mani in pasta per fare i miei tanto amati ravioli, preparando questi anolini che richiamano la forma del tappino della birra, una delle mie forme preferite. Per questa ricetta ho preparato una sfoglia rustica, dal sapore intenso e vero: ho usato una Leggi Tutto...

Tortelli neri ripieni di cavolo nero e rana pescatrice

In occasione delle ultime feste di Natale ho rifatto i miei immancabili tortelli neri con salmone marinato (nel miele e nel limone), ma ho anche sperimentato questo nuovo abbinamento a base di cavolo nero e rana pescatrice. Sono nati così i tortelli neri ripieni di cavolo nero e rana pescatrice. Sono davvero deliziosi e l’abbinamento con il cavolo nero è molto interessante. Il colore nero è dato dall’aggiunta del nero di seppia nell’impasto della sfoglia. Li ho serviti in un buon Leggi Tutto...

Putizza triestina: alla scoperta di un dolce tra le mura del Castello di Miramare

  UN DOLCE ANTICO, LA PUTIZZA TRIESTINA E UN CASTELLO FUORI DAL TEMPO, QUELLO DI MIRAMARE VIAGGIO ALLA SCOPERTA DI LUOGHI MULTIETNICI E AFFASCINANTI, CON UN’ATTENZIONE SPECIALE NEI CONFRONTI DELLE RICETTE DEL TERRITORIO   La seconda tappa del mio viaggio triestino mi porta a Miramare, luogo in cui sorge il Castello di Miramare e dove, si narra, venne presentata per la prima volta la Putizza. Secondo la tradizione triestina, la Putizza venne preparata in onore degli arciduchi austroungarici Massimiliano I del Messico e Carlotta del Belgio, in occasione di una Leggi Tutto...

Ravioli alberello e stelline di Natale

Continuano le ricette per le feste di Natale, ma devo ammettere che proseguono distrattamente e di corsa, senza quell’attenzione ai dettagli che mi è cara. Le giornate sono sempre molto intense e la cucina ne risente. Ad ogni modo rieccoci anche oggi con un piatto di pasta fresca fatta in casa adatto ai bambini. Sarà bello prepararlo insieme a loro e sarà altrettanto bello vedere i loro occhi quando porterete a tavola questi alberelli bicolore e le stelline di Natale. Ho Leggi Tutto...

Ravioli di cavolo nero e uvetta in brodo di verdure

RAVIOLI RIPIENI DI CAVOLO NERO E UVETTA SERVITI IN UN CALDO BRODO DI VERDURE Mai come in queste giornate di freddo e di fitta nebbia, si sente il desiderio di tornare a casa alla sera e di trovare un fumante piatto di ravioli in brodo. Oggi li prepariamo con un ripieno a base di cavolo nero e uvetta, mentre per quanto riguarda il brodo possiamo farne uno semplice (con patate, carote, sedano e prezzemolo) con le verdure disponibili nella dispensa, oppure possiamo usare Leggi Tutto...