Classici

Panettone tradizionale con canditi e glassa al cacao

Panettone tradizionale con canditi e glassa al cacao: ricetta del maestro Iginio Massari

In attesa di dedicarsi alle colombe pasquali, oggi pubblico l’ultimo panettone della stagione 2019/2020.

La ricetta è del grande maestro Iginio Massari e prevede una classica farcitura di frutta candita e una glassa con il cacao.

Oggi risparmierò tutti i consueti suggerimenti sulla gestione del lievito madre e sui singoli passaggi per la preparazione di un panettone, perché quest’anno li ho scritti e riscritti più volte e non vorrei ripetermi noiosamente. Per coloro che sono alle prime armi, consiglio di dare una bella lettura alla sezione del blog sui lieviti, panettoni e colombe oltre al suggerimento principale che dovrà accompagnarli per tutta la preparazione: “Non avere mai fretta!”

 

panettone ricetta Massari

 

RICETTA PANETTONE IGINIO MASSARI

1° impasto

  • 400 g di farina di grano tenero per panettone
  • 100 g di lievito madre
  • 120 g di zucchero semolato
  • 100 g di burro morbido tagliato a pezzetti
  • 140 g d’acqua a 22/24°C
  • 120 g di tuorli

2° impasto

  • 100 g di farina di grano tenero per panettone + il precedente impasto già lievitato
  • 100 g di zucchero semolato
  • 25 g di miele millefiori o d’acacia
  • 150 g di burro morbido a pezzetti (è possibile utilizzarne 100 g a pezzetti e 50 g liquido)
  • 70 g d’acqua
  • 130 g di tuorli
  • 8 g di sale fino
  • 200 g d’uvetta
  • 150 g d’arancia candita
  • 50 g di cedro
  • i semi di due baccelli di vaniglia
  • la scorza grattugiata di 2 limoni e 2 arance

Glassa

  • 75 g di mandorle dolci
  • 25 g di mandorle armelline
  • 50 g di nocciole
  • 300 g di zucchero
  • 10 g di cacao
  • 10 g di farina di mais
  • 10 g di fecola di papate
  • 50 g di albume

 

panettone ricetta Massari

 

Preparazione del 1° impasto

Lavorare gli ingredienti del primo impasto usando la planetaria con il gancio o un’impastatrice e braccia tuffanti.

Iniziare con acqua e zucchero, quindi aggiungere la farina, il lievito e impastare per circa 15 minuti.

Aggiungere i tuorli e, dopo il loro completo assorbimento, aggiungere gradualmente anche il burro a pezzetti.

Il panetto dovrà risultare liscio, compatto e nervoso. Dopo l’impasto, mettere la pasta a lievitare in un mastello coperto, alla temperatura ideale di 26/28°C per circa 12 ore. Attendere comunque che il volume della pasta triplichi.

 

panettone ricetta Massari

 

Preparazione del 2° impasto

Rimettere l’impasto lievitato nel bicchiere dell’impastatrice, aggiungere la farina e cominciare a lavorare a bassa velocità per circa 15 minuti.

Aggiungere lentamente lo zucchero e il miele, quindi metà tuorli e fare in modo che l’impasto non si divida, ma rimanga compatto.

Versare lentamente il burro a pezzetti, gli aromi e i rimanenti tuorli con il sale.

Aggiungere gradualmente l’acqua e impastare per un totale di 35/40 minuti, in modo da non scaldare eccessivamente la pasta.

Durante l’ultimo minuto bisogna aggiungere la frutta candita.

Terminato il lavoro, rovesciare la pasta sul piano di lavoro e farla riposare per 30 minuti.

Spezzare in varie porzioni (a seconda del peso che si desidera cuocere e del pirottino che si utilizza), arrotolare con le mani (pirlatura) e lasciare altri 30 minuti sul piano di lavoro.

Arrotolare ancora con le mani e posizionare nel pirottino di carta.

Io copro i pirottini con la pellicola per alimenti, quindi li posiziono su una teglia da forno e attendo la lievitazione fino alla triplicazione del volume iniziale, alla temperatura ideale di 28°C.

Terminata la lievitazione, lascio i panettoni scoperti per circa 1 ora, dopodiché aggiungo la glassa sulla superficie e inforno per la cottura.

Cottura: io inforno il panettone a 180°C e lo cuocio a 150°C fino al raggiungimento di una temperatura al cuore pari a 92/94°C (da misurare con apposita sonda adatta al forno e inserita durante la cottura fino al centro del prodotto).

 

panettone ricetta Massari

 

Per la glassa bisogna tritare tutti gli ingredienti secchi in un mixer, aggiungere l’albume e mescolare bene. Si consiglia di prepararla il giorno prima dell’utilizzo e di lasciarla in un recipiente coperto, in frigorifero, fino all’utilizzo.

 

panettone ricetta Massari

 

Dopo la cottura bisogna subito infilzare i panettoni con gli appositi spilli e appenderli capovolti per circa 10 ore. Questa fase è importantissima per il corretto raffreddamento del prodotto. Trascorse le 10/12 ore di raffreddamento, è possibile confezionare il prodotto per una durata di circa 3 settimane.

 

panettone ricetta Massari

 

Alcuni articoli utili:

facebooktwittergoogle_plusmail

Commenti (7)

  1. Maria Teresa 2 febbraio 2020 at 16:22 Reply

    Magnifico cara Tiziana, hai ragione, del panettone non ci si stanca mai!

    1. tiziana 2 febbraio 2020 at 22:12 Reply

      Impossibile stancarsi 🙂
      Ciao Maria Teresa, grazie infinite di essere passata a salutarmi e scusa se non sono altrettanto costante…
      Un abbraccio.

      1. Maria Teresa 5 febbraio 2020 at 11:31 Reply

        ma figurati Tiziana, il mio blog è in fase di stallo, non sono brava come te!

        1. tiziana 5 febbraio 2020 at 14:10 Reply

          🙂 Sono passata ieri sera, mi ero persa le ultime prelibatezze…
          Un abbraccio

  2. […] panettone Massari  […]

  3. […] impastiamo insieme, non rinfreschiamo il lievito, non ci agitiamo pensando a tutte le incognite del panettone fatto in casa… non spegniamo tutti i telefoni; non spranghiamo la porta di casa per paura che qualcuno […]

  4. […] Vediamo adesso gli ingredienti e la preparazione dell’impasto (Panettone Moderno del maestro Massari) […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *