Cereali

Zuppa d’orzo con cavoletti di Bruxelles, cavolo riccio e semi di lino

Essere acciaccati e costretti a rimanere a letto, non è mai una bella cosa… ma devo ammettere che, se proprio si è costretti, farlo guardando la neve attraverso la finestra è meglio di niente.

Anche se le forze mancano completamente, oggi cerco di rimettermi in sesto con questa Zuppa d’orzo e con tutti i benefici degli ingredienti come i cavoletti, il cavolo riccio e i semi di lino.

 

Ingredienti per 4 persone

Tempo totale circa 30 minuti

200 g d’orzo perlato (cuoce più velocemente dell’orzo intero)

3 pizzichi di sale grosso

100 g di cavoletti di Bruxelles mondati, lavati e tagliati in 4 o in 2 parti uguali

2 manciate di foglie di cavolo riccio, lavato e mondato

qualche fogliolina di prezzemolo fresco

un goccio d’olio extravergine d’oliva

uno spicchio d’aglio o mezzo scalogno (opzionale)

una manciata di semi di lino da aggiungere alla fine

 

Fare scaldare l’olio, il prezzemolo e l’aglio (o lo scalogno) in una casseruola, quindi aggiungervi l’orzo e cuocere a fuoco medio per qualche secondo.

Eliminare l’aglio, versare l’acqua fredda fino a coprire interamente l’orzo (almeno un paio di centimetri al di sopra dell’orzo), aggiungere un pizzico di sale grosso e cuocere a fuoco vivo. Aggiungere anche i cavoletti e il cavolo riccio, raggiungere l’ebollizione e poi continuare la cottura a fuoco basso. Tempo totale circa 25 minuti.

Regolare ancora la sapidità durante la cottura e verso la fine, aggiungere i semi di lino.

Servire la zuppa ben calda o tiepida.

 

Nell’archivio del blog trovate anche:

 

 

facebooktwittergoogle_plusmail

Commenti (2)

  1. edvige 3 febbraio 2019 at 16:38 Reply

    Le zuppe o vellutate o creme mi piacciono molto solo che molti ingredienti di legume, verdure o altro sono difficili da digerire per me per cui questa favolosa ma senza orzo oppure questo ma solo un tipo di cavolo. Ottima proposta buona domenica.

    1. tiziana 3 febbraio 2019 at 22:53 Reply

      Grazie mille Edvige! Buona serata.
      A presto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *