Lievito madre

Pizza viola alla crema di crauti rossi


Chi avrebbe potuto prepararvi 
una pizza viola?
Per fortuna ho poco tempo …
altrimenti non so cosa potrei combinare …
Andiamo ad impastare!
Ingredienti e preparazione dell’impasto:
  • 500 g di farina “panettone” (ho voluto giocare con le mie farine e ho usato una farina forte, quella che uso solitamente per i grandi lievitati dolci) anzichè la mia farina abituale (tipo 1 macinata a pietra oppure farina integrale macinata a pietra)
  • 50 g di li.co.li. (lievito madre a coltura liquida, composto da pari quantità di farina-acqua-lievito)
  • 9 g di sale
  • 10 g di olio extravergine di oliva
  • 380 g di acqua
Impastiamo gli ingredienti aggiungendo il sale per ultimo. Lavoriamo a mano o con la planetaria avendo cura di versare metà acqua all’inizio, insieme alla farina e al lievito, e la restante acqua la versiamo poco alla volta, prima di unire anche l’olio e infine il sale.
Formiamo un bel panetto incordato, lo lasciamo riposare sul piano di lavoro per circa 30 minuti e poi lo mettiamo in un recipiente coperto, leggermente unto con olio evo, alla temperatura controllata di 26/28°C fino al raggiungimento del doppio del suo volume. 
A lievitazione ultimata, spostiamo il panetto sul piano di lavoro infarinato, lo stendiamo delicatamente con i polpastrelli delle dita e poi lo adagiamo sulla teglia da forno o sulla pietra refrattaria. Aggiungiamo un goccio di olio, facciamo lievitare ancora 20 minuti a temperatura ambiente e poi cuociamo nel forno preriscaldato a 230°C per circa 15 minuti (dipende dal forno).
Prima dell’ultimo minuto di cottura, aggiungiamo la crema di crauti rossi e la mozzarella.
Aggiungiamo delle foglioline di basilico fresco prima di servire.
Ingredienti per la crema di crauti:
  • crauti rossi (1 cavolo piccolo)
  • sale fino quanto basta
  • un goccio di olio extravergine di oliva
Tagliamo  sottilmente i crauti e li facciamo soffriggere in un goccio di olio.
Aggiungiamo brodo vegetale o acqua quanto basta per bagnare al bisogno e continuiamo la cottura per meno di un’ora.
Saliamo e frulliamo con un pò di acqua di cottura e un goccio di olio, fino ad ottenere una bella crema liscia e morbida. Regoliamoci con i liquidi mentre frulliamo.
Consiglio: in alternativa alla classica mozzarella, provate a farcire la pizza con dei veli di formaggio Raspadura, da adagiare sulla crema di crauti rossi.
Ogni tanto mi faccio prendere con ironia dalla Cucina Circolare e mi cimento in varie ricette, partendo da un unico ingrediente, come ho visto fare tante volte dal maestro Igles Corelli.
A breve, se la connessione internet non continua a farmi gli scherzi, sarà in arrivo un’altra preparazione tutta viola, per gli amenti di questo colore. Ciao!

facebooktwittergoogle_plusmail

Commenti (6)

  1. Mila 20 luglio 2016 at 6:47 Reply

    Sì, effettivamente è proprio strana!!!

    1. tiziana 20 luglio 2016 at 23:03 Reply

      E' buonissima Mila 😉

  2. Silvia Brisigotti 20 luglio 2016 at 19:55 Reply

    Beh allora sto pronta, amo il viola e trovo questa pizza meravigliosa e deliziosa!! Brava Tiziana!!
    Un abbraccio!!

    1. tiziana 20 luglio 2016 at 23:05 Reply

      Grazie Silvia!
      E' una pizza che sul web ha riscontrato pareri molto diversi. C'è chi l'ha amata, chi si è incuriosito e chi l'ha detestata… Io mi sono divertita e a casa è piaciuta molto a tutti.
      Un bacio e alla prossima

  3. consuelo tognetti 21 luglio 2016 at 16:43 Reply

    Non ho mai pensato di fare la pizza con la farina panettone…mi hai proprio incuriosita! Io di solito uso la Petra3 e non mi ha mai delusa!
    Fantastica la farcia, complimenti!

    1. tiziana 21 luglio 2016 at 23:00 Reply

      Ottima anche la Petra 3. La usavo spesso anch'io.
      Grazie Consu 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *