Bambini in Cucina

Ciambellone (ricetta di “Dolci di Casa” del maestro M. Santin)

Oggi prepariamo un altro dolce tratto da Dolci di Casa del maestro Maurizio Santin.

Si tratta di un dolce classico e di semplice realizzazione, che si può tranquillamente fare insieme ai bambini e che non delude mai. La cosa più bella che ho notato nell’esecuzione di questo dolce è il dosaggio degli ingredienti: un bicchiere di questo, mezzo di quest’altro, 4 uova … E’ un pò come leggere le ricette delle nostre nonne: un pizzico di sale, un pugno di farina. Per la pasticceria moderna, come la conosciamo oggi noi, sarebbe impensabile fare una grammatura così. Ci sono addirittura le ricette con i decimali! Bisogna però ammettere che queste ricette classiche e datate sono estremamente confortanti e buone. In barba ai pesi degli ingredienti, questo ciambellone è buonissimo ed è perfetto per la colazione o la merenda.

ciambellone

 

Ingredienti

  • 300 g di farina w180
  • 250 g di zucchero
  • 4 uova (suddividiamo tuorli da albumi)
  • 1 bicchiere di olio di semi di girasole (il sapore è meno forte dell’olio d’oliva)
  • mezzo bicchiere di latte
  • 7 g di baking
  • 5 g di sale fino
  • la scorza di 2 limoni grattugiati

 

ciambellone

 

Mescolare i tuorli con metà dello zucchero, il sale e la scorza del limone.

ciambelloneA parte montare gli albumi con il restante zucchero.

Setacciare un paio di volte la farina insieme al lievito e poi aggiungerla gradualmente al composto di tuorli-zucchero-sale-limone.

Aggiungere anche il latte e l’olio e mescolare il tutto.

Aggiungere infine gli albumi montati con lo zucchero e amalgamare tutto con una spatola, con movimenti delicati.

Versare l’impasto in uno stampo per ciambella (precedentemente imburrato e infarinato) e preriscaldare il forno a 200°C.

Cuocere a 200°C per i primi 5 minuti e continuare la cottura a 160°C per circa 30 minuti. Regolarsi sempre in base al proprio forno e fare la prova dello stecchetto per verificarne la cottura al cuore.

Lasciare raffreddare prima di capovolgere e sformare. Decorare a piacere con dello zucchero a velo.

 

ciambellone

 

 

facebooktwittergoogle_plusmail

Commenti (8)

  1. ipasticciditerry 20 settembre 2017 at 16:49 Reply

    Questo è proprio il ciambellone della mia mamma … anche lei misurava a bicchieri. Ricordo benissimo la stessa struttura e se chiudo gli occhi ne sento ancora il profumo. Noi lo mangiavamo ancora tiepido, litigandoci l’ultima fetta. Guarda te cosa mi hai fatto tornare in mente! Un bacio

    1. tiziana 20 settembre 2017 at 18:44 Reply

      Ma che belli questi ricordi… 🙂
      Un abbraccio Terry

  2. Gunther 20 settembre 2017 at 17:05 Reply

    santin è una garanzia ma anche chi fa la ricetta conta molto

    1. tiziana 20 settembre 2017 at 18:42 Reply

      Grazie mille dell’incoraggiamento 🙂

  3. carmen 21 settembre 2017 at 12:22 Reply

    Che bel profumo deve avere questo ciambellone … il profumo di cose semplice e genuine! Quasi quasi accendo il forno 😉

    1. tiziana 21 settembre 2017 at 13:20 Reply

      Grazie Carmen! E’ semplice come quelli di una volta e anche molto molto buono.
      Ciao e buon pomeriggio
      Tiziana

  4. DIdi 21 settembre 2017 at 16:40 Reply

    Cosa è il baking? Dove posso trovarlo? Posso sostituirlo con il lievito? Grazie e complimenti per il blog

    1. tiziana 21 settembre 2017 at 18:15 Reply

      Ciao, quando si dice baking ci si riferisce al classico lievito in polvere per dolci, quello che trovi al supermercato (tipo Bertolini).
      Grazie per i complimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *