Brodo

Tortelli in brodo: una cavolata di tortelli!

I tortelli in brodo sono una pausa serena tra una pioggia e l’altra e sono la coccola in questi giorni di festa di Ognissanti.

Io cucino con la porta della cucina aperta, per fare uscire i primi virus influenzali che ci hanno fatto visita, ma che non mi hanno fatto passare la voglia di stare davanti ai fornelli. Sempre in tema di salute e di mali di stagione, ho pensato di fare una scorpacciata di cavoli! Ecco perché ho chiamato questo piatto Una cavolata di tortelli. 

A molti di voi non piacerà l’idea perché purtroppo conosco bene la fama dei cavoli, ma sono certa che a moltissimi altri verrà l’acquolina. Mia figlia ha fatto il tris, quindi posso aprire ufficialmente le danze dei cavoli e dei cavolini nella mia cucina e non mollarli più, sperando che ci portino anche un po’ di salute.

 

Tortelli-brodo

 

Vediamo un po’ cos’ho combinato: ho fatto la pasta fresca all’uovo, ho tirato la sfoglia e ho preparato tanti piccoli tortelli. A parte ho mondato e tagliato un mazzetto di cavolo nero, un cestino di cavoletti di Bruxelles, una mela e una patata per farci un buon brodo, nel quale ho successivamente lessato i tortelli. Con i cavoli, la mela e la patata cotti ho preparato anche la farcia per i tortelli.

E’ un piatto straordinariamente saporito e, contrariamente a ciò che potreste pensare, ha un sapore leggero e vellutato.

Il cavolo nero predomina, come volevo che fosse, ma è altrettanto ben mitigato dalla dolcezza della mela, dai cavoletti e dalla patata, oltre ad un pizzico di noce moscata e alla freschezza della scorza di limone grattugiata. In definitiva: un cavolo di brodo e un cavolo di tortelli!

Cosa non ho fatto? Complice l’influenza non ho preparato un tutorial e un po’ di autoscatti durante la formatura dei tortelli, però nell’archivio del blog ne trovate già molti. La prossima volta rimedierò, prometto!

 

Ingredienti della pasta fresca

150 g di farina di grano tenero tipo 00

50 g di semola rimacinata di grano duro

2 uova

1 pizzico di sale fino

 

Ingredienti della farcia e del brodo

1 mazzetto di foglie di cavolo nero mondate, lavate e tagliate grossolanamente

500 g di cavoletti di Bruxelles da mondare e lavare

1 patata sbucciata, lavata e tagliata grossolanamente

1 mela sbucciata, lavata e tagliata grossolanamente

la scorza di mezzo limone grattugiato

1 pizzico di sale fino

1 pizzico di noce moscata

1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva

 

Iniziare l’esecuzione della ricetta con la pulizia delle verdure e della frutta e la preparazione del brodo. Portare ad ebollizione due litri abbondanti di acqua e lessarvi tutti gli ingredienti. Cuocere per circa quaranta minuti e poi scolare gli ingredienti e filtrare il brodo, tenendolo da parte perché servirà subito dopo per la cottura dei tortelli.

Il cavolo nero, i broccoletti, la mela e la patata dovranno essere frullati con la noce moscata, il sale e l’olio. Bisognerà ottenere un composto morbido e compatto che servirà da farcia per i tortelli. Non è necessario aggiungere l’uovo. Tenere da parte fino all’utilizzo, chiuso in un barattolo di vetro, in frigorifero.

Preparare la pasta fresca mettendo la farina sul piano di lavoro, versandovi al centro le uova e il sale e impastando fino ad incorporare gradualmente tutta la farina. Dovrà formarsi un panetto liscio e omogeneo. Avvolgerlo subito nella pellicola per alimenti e lasciarlo riposare un quarto d’ora in frigorifero.

Trascorso il tempo di riposo, durante il quale la pasta si rilassa, spargere un pò di farina su un piano di lavoro e stendere il panetto con il mattarello. Bisognerà ottenere una sfoglia molto sottile. Le nostre nonne mettevano un foglio di giornale sotto la sfoglia: se attraverso la pasta si riusciva a vedere bene il giornale, la sfoglia era perfetta.

Dopo aver steso la pasta con il mattarello, ritagliare tanti quadratini di circa 4 cm x 4 cm. Ogni quadratino dovrà essere farcito al centro con una noce di farcia (la grandezza di un cucchiaino) e poi chiuso a forma di classico tortellino.

Posizionare tutti i tortellini, mano a mano che si preparano, su una teglia foderata con carta forno o su un canovaccio pulito e con della farina spolverizzata sopra, per non fare attaccare l’impasto.

Lavorando con velocità, i tortelli saranno perfetti. Se si teme che i bordi non rimangano ben chiusi durante la cottura, bagnarli leggermente con un pennellino da cucina, prima di chiudere i tortelli. In questa maniera i bordi aderiranno perfettamente e non ci saranno sorprese in cottura.

Appena i tortelli saranno pronti, assicurarsi che il brodo sia in ebollizione, salarlo con una presa di sale grosso e cuocervi i tortelli per pochi minuti.

Servire bollenti con un giro d’olio evo (a piacere).

 

facebooktwittergoogle_plusmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *