Pasta

Cappelletti in brodo della tradizione italiana

E’ il primo anno che mia mamma non prepara i cappelletti emiliani per Natale, serviti nel brodo di cappone. Non so se esserne felice o malinconia perchè negli ultimi anni faceva davvero fatica a creare quei 600 cappelletti tutti d’un colpo e non c’era verso di suggerirle di farne un pò alla volta. L’abitudine era quella di scegliere un giorno a ridosso del Natale, dedicarsi interamente a quella sacra produzione e tradizione di famiglia e poi congelare tutto fino a poco prima dei pranzi delle feste. Quest’anno si sta dedicando interamente a mio papà, le cui condizioni di salute si sono sfortunatamente aggravate negli ultimi due mesi e la vita ha preso perentoriamente una piega inaspettata e differente. Ecco allora che il nostro comfort food, sebbene io lo prepari a casa mia da anni e con tanta passione, è diventato anche un testimone da afferrare con intensa gratitudine e da portare avanti, a braccia sollevate, incurante del peso e della fatica.

***

Di tortelli e ravioli ne possiamo inventare e creare ogni giorno,

ma i cappelletti in brodo… i cappelletti in brodo sono un’altra cosa!

cappelletti in brodo

Per la sfoglia dei cappelletti (ingredienti per 10 persone)
  • 300 g di farina debole tipo 00
  • 3 uova intere
  • 1 pizzico di sale
Per la farcia
  • 100 g di lonza di maiale
  • 100 di petto di pollo
  • 100 di fesa di vitello
  • 50 g di prosciutto
  • 150 g di mortadella
  • un pizzico di noce moscata
  • un pizzico di pepe nero
  • 1 uovo interno
  • 100 g di grana grattugiato
  • 20 g di burro
Per lessare i tortelli
  • 1,5 L di ottimo brodo di cappone
Preparazione
Fare rosolare la carne in una padella con il burro e poi continuare la cottura fino a farla diventare tenera.
Bagnare con del brodo al bisogno, assaggiando e regolando la sapidità.
Aggiungere spezie e profumi a piacimento.
A cottura ultimata, fare raffreddare la carne e poi tagliarla a dadini. Frullare unitamente all’uovo e ai salumi, al grana/parmigiano e aggiungere un pò di noce moscata e pepe.
Conservare in un recipiente coperto in frigorifero fino all’utilizzo (entro la giornata).
Nel frattempo preparare la sfoglia mettendo la farina “a fontana” sulla spianatoia e versando le uova e un pizzico di sale al centro. Impastare fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo, quindi avvolgerlo nella pellicola per alimenti e riporlo in frigorifero per un riposo di 15/30 minuti. Se lavorassimo subito la pasta con il mattarello, non riusciremmo a tirarla. Dopo il riposo, stendere la sfoglia sul piano di lavoro infarinato, utilizzando un mattarello o la macchina sfogliatrice. Se usate la macchinetta, stendere l’impasto fino al livello 7. La sfoglia deve essere sottile e fungere semplicemente da involucro del ripieno. Non dobbiamo pertanto sentire troppa masticazione della pasta sotto i denti.
Ritagliare dei quadratini di pasta di circa 4 x 4 centimetri e disporre dei piccoli mucchietti di farcia al centro di ognuno. Se avete poca manualità, potete usare una tasca da pasticcere.Ripiegare infine la pasta in modo da chiudere la farcia e dare la forma del classico cappelletto al tortello. Unire due angoli di pasta formando un triangolino, schiacciare lungo i bordi facendoli aderire perfettamente e unire ancora i due angoli del lato di pasta piegato, come ad avere un anello intorno al dito indice.

Disporre i cappelletti su un vassoio infarinato, ben distanziati tra di loro. Coprirli con un canovaccio e tenerli lontani da fonti di calore e dall’aria, mentre si porta ad ebollizione il bordo per la cottura.

Versare i cappelletti nella pentola con il brodo bollente e cuocerli a fuoco medio per pochi minuti. La pasta fresca cuoce velocemente, ma bisogna assaggiare sempre prima di servire.

cappelletti in brodo

facebooktwittergoogle_plusmail

Commenti (3)

  1. Piccolalayla - Profumo di Sicilia 29 dicembre 2017 at 18:04 Reply

    Giusto oggi parlavo con una mia amica che come i cappelletti in b rodo fatti in casa non c’è nè …. e che volevo imparare a farli… ora dopo la tua ricetta non mi resta che armarmi di tutti gli ingredienti e provare a farli. A presto e tantissimi auguri per il nuovo anno. LA

    1. tiziana 30 dicembre 2017 at 23:17 Reply

      Ciao Layla, te li consiglio vivamente e spero tu ne rimanga stregata 🙂
      Tantissimi auguri anche a te. Buon anno!

  2. […] di Bruxelles, una mela e una patata per farci un buon brodo, nel quale ho successivamente lessato i tortelli. Con i cavoli, la mela e la patata cotti ho preparato anche la farcia per i […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *