Contorno

Ratatouille

La Ratatouille è una ricetta tradizionale francese, nata in Provenza e di origine contadina. Si pensa che il nome derivi dall’Occitano “ratatolha”, associabile al francese “touiller” il cui significato è rimestare; è proprio rimestando continuamente durante la cottura che si prepara questo saporito contorno, adatto ad un pasto a base di carne o di pesce.

Come per tutte le ricette antiche, ha subito varie interpretazioni e se ne trovano differenti versioni sui libri e su internet.

La ricetta che segue è quella che ho imparato in Francia durante quest’estate ed è per sei persone.

RICETTA RATATOUILLE

Tempo totale un’ora abbondante

2 zucchine

1 grossa melanzana

1 peperone rosso

1 peperone verde

6 pomodori maturi

1 cipolla bianca grande

2 spicchi d’aglio in camicia

2 rametti di timo fresco

1 foglia di alloro

1 pizzico di zucchero

1 cucchiaino di sale fino

olio d’oliva quanto basta

una macinata di pepe nero

Lavare e mondare le verdure quindi tagliare le zucchine e la melanzana a pezzetti di circa un centimetro, senza pelarle. Tagliare anche i peperoni a pezzetti di circa un centimetro, eliminando prima i filamenti bianchi interni.

Procedere con i pomodori, eliminando i semi interni e la buccia e tagliandoli in quattro parti. Mondare la cipolla e affettarla finemente.

Fare imbiondire la cipolla affettata con due cucchiai d’olio, in una grande casseruola. Aggiungere la melanzana e i peperoni nella casseruola e fare soffriggere per qualche minuto.

A questo punto aggiungere anche le zucchine, i pomodori, gli spicchi d’aglio in camicia, il timo, l’alloro e lo zucchero. Salare, coprire e continuare la cottura a fuoco bacco per quasi un’ora.

Servire calda, tiepida o fredda.

La ratatouille è come le lasagne: è ancora più buona se mangiata riscaldata il giorno seguente.

 

Ratatouille

 

 

 

 

facebooktwittergoogle_plusmail

Commento

  1. […] l’aglio (da usare con la ratatouille); con un mix di erbe provenzali (timo, rosmarino, salvia, maggiorana, basilico, finocchio e […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *