Classici

Galette des Rois, il dolce francese dell’Epifania

Galette des Rois

La galette des Rois – il dolce dei Re Magi – è la torta di origine francese che viene preparata per la festa dell’Epifania.

È un dolce di pasta sfoglia molto famoso e apprezzato anche fuori dai confini francofoni, estremamente delizioso, con origini antiche e che si accompagna a un gioco coinvolgente e divertente. Cosa c’è di meglio per riunire famiglia e amici intorno a un tavolo durante questa festività?

Galette des Rois

Alla scoperta del dolce più divertente che ci sia

I pasticceri francesi la vendono insieme a delle coroncine di carta color oro il cui numero cambia in base al numero di sorprese racchiuse all’interno. Con una corona, che prima della degustazione viene messa sulla galette, si trova un tesoro nascosto. La persona fortunata che trova la sorpresa nella propria fetta, diventerà il re o la regina dell’Epifania e verrà incoronata.

Anticamente si usava mettere una fava tra la crema, poi una mandorla, ma oggi possiamo trovare vari tipi di sorprese. Io ho trovato due mignature dei Re Magi, ma voi fate attenzione: nel mio caso erano di plastica pertanto cercate bene prima di mangiare e attenti ai denti.

galette des rois

Ricetta francese per una galette

(per 8 persone)

Pasta sfoglia invertita (600 g)

Per il panetto di burro:

  • 200 g di burro morbido in cubetti
  • 80 g di farina di grano tenero per sfoglia

Per la pasta:

  • 180 g di farina per sfoglia
  • 60 g di burro morbido a temperatura ambiente
  • 10 g di sale fino
  • 80 g d’acqua fredda
  • 2 g di aceto bianco

Come si fa?

  1. Mescolare il burro e la farina (per il panetto di burro) per 5 minuti nella planetaria con la foglia.
  2. Stendere il panetto con il mattarello formando un rettangolo di 20×30 cm.
  3. Coprire con pellicola e lasciare in frigorifero per 2 ore.
  4. Preparare anche la pasta mettendo gli ingredienti nella planetaria (con la foglia) e lavorandoli per 7 minuti in prima velocità.
  5. Stendere con il mattarello il panetto ottenuto e formare un rettangolo di 15×20 cm.
  6. Coprire con pellicola e lasciare in frigorifero per due ore.
  7. Posizionare il rettangolo di pasta 15×20 sopra il rettangolo al burro 20×30 e rinchiuderlo al suo interno con il metodo della pasta sfoglia.
  8. Fare una prima piega semplice + una piega a tre e lasciare in frigorifero altre due ore (sempre metodo sfoglia).
  9. Fare una piega a due + un’altra piega a due e rimettere in frigorifero per due ore.
  10. Ripetere le pieghe a due e mettere in frigorifero per due ore.
  11. Fare un’ultima piega semplice e rimettere in frigorifero per due ore.

Crema alle mandorle

  • 100 g di burro
  • 100 g di polvere di mandorle
  • 100 g di zucchero
  • 100 g di uova intere
  • 10 g di maizena

Come si fa?

  1. Mescolare con le fruste il burro e lo zucchero.
  2. Aggiungere la polvere di mandorle e la maizena, continuando a mescolare.
  3. Aggiungere le uova e montare fino ad ottenere una crema omogenea.
  4. Coprire con pellicola a contatto e conservare in frigorifero.

Per la doratura

  • 50 g di uova intere
  • 3 g di latte
  • 1 pizzico di sale fino

Mescolare tutti gli ingredienti e conservare in frigorifero.

Varianti moderne

Farcitura con 2/3 di crema pasticciera alle mandorle e 1/3 di crema frangipane.

Conservazione

2/3 giorni al massimo.

Suggerimenti

Fare attenzione alla preparazione della sfoglia invertita. Non è semplice fare una buona sfoglia, lo è ancor meno fare la sfoglia invertita.

Preparare la crema la sera prima e lasciarla riposare in frigorifero.

Preparazione

  1. Preparare la sfoglia invertita, stenderla fino a uno spessore di 4 mm e ritagliare due dischi con l’aiuto di un coppapasta.
  2. Mettere il primo disco di pasta sfoglia su una teglia foderata con carta forno. Dorare il bordo del disco con l’aiuto di un pennello per alimenti.
  3. Farcire il disco di pasta con la crema di mandorle preparata la sera prima, coprendo la superficie fino a 2 cm dal bordo (stesso spessore della doratura interna).
  4. Coprire con il secondo disco di sfoglia e premere lungo la circonferenza per fare aderire bene le due paste.
  5. Fare delle incisioni con un coltello sulla superficie. Le più comuni sono a forma di raggi, ma si può usare la fantasia.
  6. Dorare la galette con l’emulsione e preriscaldare il forno a 180°C.
  7. Infornare e cuocere per circa 45 minuti. La galette è pronta quando risulta ben dorata.

galette des rois

Meraviglia, stupore, felicità e spensieratezza

Dire che sono letteralmente impazzita di felicità è un eufemismo. L’ilarità e la spensieratezza di bambini felici (nel mio caso una bambina un po’ cresciuta…), pronti a tagliare, assaggiare e infine cercare con stupore la sorpresa nascosta tra la crema, regna intorno alla mia tavola. Ecco, penso sia proprio quest’ilarità e questo ritrovato stupore il miglior auspicio dei boulanger francesi, che preparano la galette tutti gli anni in occasione dell’Epifania.

galette des rois

La mia torta dei Re Magi arriva direttamente da una boulangerie delle Alpi francesi e la vostra? Avete voglia di imbattervi in questa preparazione? Vi avviso che non è per niente semplice, anzi!

Nel caso, non dimenticatevi di aggiungere la sorpresa nella crema, ma soprattutto degustatela con del buon sidro. Solitamente viene offerto all’acquisto della galette.

Serena Epifania.

facebooktwittergoogle_plusmail

Commenti (2)

  1. Maria Teresa 8 gennaio 2022 at 9:18 Reply

    Grazie per questa meraviglia, e auguriamoci di poterla preparare tante e tante volte!

    1. tiziana 8 gennaio 2022 at 9:34 Reply

      Infatti… tutti gli anni la stessa storia 🙂
      Però, meglio essere in vacanza e non avere il tempo di farla…
      A dirla tutta, nonostante sia abituata ai tempi lunghi dei lievitati, il numero di pieghe e i riposti nel mio frigorifero (non così adatto a questi lavori) mi hanno sempre un po’ scoraggiato.
      Buon sabato Maria Teresa e buon impasto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *