Aperitivo

Grissini rustici

 

 

Ormai non c’è più ombra di dubbio che questa miscela di farina di grano tenero, segale, soia, semi di lino, semi di miglio, semi di girasole, semi di sesamo mi piaccia tantissimo: non si contano le ricette nelle quali l’ho inserita!
Oggi per poter utilizzare il lievito madre liquido in eccesso prima di fare il consueto rinfresco, ho deciso di impastare questi grissini.
Ho usato della farina W 260 di grano tenero e questa miscela; il 60% di acqua e un pò di olio extravergine di oliva e sale.

Ingredienti:

  • 200 g di farina di grano tenero tipo 0 W260 macinata a pietra
  • 100 g di miscela di semi e di farine (segale, soia, semi di lino, semi di miglio, semi di girasole, semi di sesamo)
  • 20 g di lievito madre in crema, li.co.li., rinfrescato ogni giorno
  • 5 g di sale fino
  • 10 g di olio extravergine di oliva
  • 180 g di acqua
Temperatura finale: 24°C
Impastiamo tutti gli ingredienti mettendo il sale per ultimo.
Formiamo un impasto morbido, lo inseriamo nel mastello della lievitazione e lo copriamo con pellicola alimentare.
Lasciamo raddoppiare di volume a temperatura ambiente (17°C durante la notte) in circa 10 ore.
Capovolgiamo l’impasto sul piano di lavoro infarinato con la miscela di cui sopra, facciamo le pezzature desiderate e con le mani arrotoliamo per formare dei filoncini sottili.
Disponiamo sulle teglie leggermente unte di olio evo e preriscaldiamo il forno a 200°C. E’ possibile pennellare i grissini con dell’olio evo oppure lasciarli leggermente infarinati.
Cuociamo fino a doratura. Il tempo dipende dal forno e dalle pezzature. Io ho impiegato circa 15 minuti, con il forno già in temperatura.

 

facebooktwittergoogle_plusmail

Commenti (4)

  1. Silvia Brisigotti 7 febbraio 2017 at 9:23 Reply

    Ne vorrei una manciata proprio ora!! Sono stupendi! Buona giornata Tiziana!

    1. tiziana 8 febbraio 2017 at 10:52 Reply

      Grazie Silvia! Mi sa che rientrano proprio nei tuoi gusti 🙂

  2. andreea manoliu 7 febbraio 2017 at 10:22 Reply

    Quanto mi piacciono i tuoi grissini, li sgranocchierei durante la giornata molto volentieri.

    1. tiziana 8 febbraio 2017 at 10:51 Reply

      Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *