Colazione

Amor polenta

 

Saluto questo mese di febbraio con una ricetta che volevo fare già da molto tempo: l’Amor polenta. Si tratta di un dolce tradizionale lombardo, la cui caratteristica è la farina di mais che si usa normalmente per fare la polenta.
Ho un paio di ricette d’autore e la prima che ho deciso di eseguire è quella del maestro Gianluca Fusto, tratta da “Le mie 24 ore dolci”, ed. Gribaudo.
Ingredienti per 8 persone
  • 200 g di farina di mais gialla
  • 200 g di burro (82% m.g.) a 24°C
  • 240 g di zucchero semolato
  • 200 g di uova
  • 160 g di farina integrale
  • 8 g di lievito in polvere per dolci
  • 140 g di farina di mandorle
  • 3 g di stecca di vaniglia
  • 50 g di liquore alla mandorla o rum
  • zucchero a velo

 

Montiamo burro e zucchero con la frusta.
Uniamo a filo le uova continuando a montare.
Aggiungiamo la farina di mais, la farina integrale, il lievito (facoltativo), la farina di mandorle e la vaniglia.
Aggiungiamo il liquore e amalgamiamo tutto.
Preriscaldiamo il forno a 180°C, versiamo il composto nello stampo che abbiamo deciso di utilizzare, imburrando e poi infarinando leggermente l’eventuale stampo d’acciaio, mentre per gli stampi di carta tipo pirottino o in silicone non è necessario imburrare.
Cottura in forno a 180°C per circa 40 minuti.
Lasciamo raffreddare, sformiamo e spolveriamo con zucchero a velo a piacimento.

 

facebooktwittergoogle_plusmail

Commenti (6)

  1. La cucina di Esme 28 febbraio 2017 at 19:58 Reply

    Ti è venuto meravigliosamente perfetto, come ne vorrei una fetta domani per colazione!
    baci
    Alice

    1. tiziana 2 marzo 2017 at 13:33 Reply

      Grazie carissima Alice!
      Ti aspetto per colazione 🙂

  2. consuelo tognetti 28 febbraio 2017 at 20:43 Reply

    E se ti dicessi che non l'ho mai assaggiato??? il tuo ha un aspetto proprio succulento…non sai che darei x rubarti una fetta 😛

    1. tiziana 2 marzo 2017 at 13:33 Reply

      eh eh grazie Consu!
      Mettilo tra la lista delle cose d'assaggiare e io te ne tengo una fetta come questa della foto 🙂

  3. andreea manoliu 1 marzo 2017 at 15:32 Reply

    Non per niente si chiama amor polenta, è un amore e sa conquistare il palato !

    1. tiziana 2 marzo 2017 at 13:34 Reply

      Grazie Andrea. E' bellissimo riscoprire le ricette della tradizione.
      Ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *