Pesce

Storione con sedano rapa e prezzemolo

Continua la nostra estate a base di pesce e oggi ho pensato di cucinarvi lo storione.

Lo storione endemico dell’Adriatico, che risale il Po fino alla diga di Isola Serafini, è un pesce che raggiunge i due metri di lunghezza ed è stato utilizzato per ripopolare i fiumi della Lombardia.

Ha un corpo senza squame, ricoperto da placche e uno scheletro cartilagineo.

La sua carne è davvero ottima e con le sue uova si prepara un delizioso caviale. Una delle sue specie largamente impiegata per l’allevamento in vari impianti è lo storione bianco, il quale può anche raggiungere i sei metri di lunghezza.

La carne è chiara, soda e non troppo grassa. L’assenza di lische, a parte la cartilagine centrale, rende questo pesce molto semplice da pulire e da cucinare.

Può essere preparato alla griglia, lessato, in umido con le verdure, in padella (impanato o meno), al cartoccio oppure crudo.

Come cuciniamo lo storione oggi?

Lo prepariamo in padella, in maniere molto semplice e senza panatura, accompagnato da cubetti di sedano rapa e tanto prezzemolo fresco.

Ingredienti per 2 persone

Tempo totale circa 15 minuti

  • 250 g di storione
  • olio extravergine di oliva
  • sale fino
  • prezzemolo fresco
  • 100 g di sedano rapa (già mondato, lavato e tagliato a cubetti)
  • 1 pizzico di sale grosso per lessare il sedano rapa
  • 1 spicchio di scalogno o di aglio schiacciato (opzionale)

Il sedano rapa deve essere privato della sua buccia esterna, lavato e tagliato, quindi deve essere lessato per cinque minuti in acqua bollente e sapida. Portare l’acqua in ebollizione, mentre si pulisce e si taglia il sedano perchè, una volta tagliato, si ossida velocemente ed è meglio lessarlo subito. Trascorsi i 5 minuti, scolarlo e tenerlo da parte.

Nel frattempo fare scaldare un cucchiaio di olio evo con del prezzemolo tritato e l’aglio o lo scalogno (se non vi piacciono si possono omettere); farvi rosolare il filetto di storione, da entrambi i lati, girandolo delicatamente.

Salare con poco sale fino, aggiungere eventualmente un goccio di vino bianco o di acqua, per non fare attaccare il pesce alla padella e fare una cottura dolce e veloce.

A fine cottura, aggiungere anche i cubetti di sedano rapa per farli insaporire qualche secondo insieme al pesce e una seconda manciata di prezzemolo fresco.

E’ buonissimo ed è piaciuto molto anche ai bambini.

Buona giornata.

 

 

facebooktwittergoogle_plusmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *