Fritto

Sarde in Saor

Oggi facciamo un piatto classico di pesce della tradizione veneta: le sarde in saor.
Ingredienti:
Piatto per: 4 persone
Tempi: 1 ora abbondante
  • 4 sarde a persona
  • 1 cipolla grande
  • 1 bicchiere di vino bianco secco
  • 1 bicchiere di aceto di vino bianco
  • olio evo
  • 1 noce di burro
  • sale
  • pepe
  • un po’ di farina per infarinare
  • acqua frizzante per la pastella
  • olio per friggere
Procedimento:
  1. Tagliare finemente la cipolla (io l’ho lasciata a pezzetti più grandi e irregolari) e farla imbiondire in una padella con il burro o l’olio a fuoco basso.
  2. Una volta che la cipolla sarà appassita, aggiungere vino bianco e poi aceto facendo sfumare (si può anche aggiungere a questo punto delle bacche di ginepro, l’alloro, pinoli e uvetta, ma io ne ho fatta una versione più semplice). Regolare con sale e pepe e tenere da parte.
  3. Pulire le sarde eliminando la testa, la lisca centrale, interiora e squame. Le laviamo e le infariniamo per friggerle. Possiamo decidere di infarinarle semplicemente o di preparare una tempura nel quale immergerle prima di friggerle. Se decidiamo di fare una tempura, dobbiamo prendere un recipiente, versare circa 100 g di acqua frizzante o birra, 250 g di farina e 1 uovo intero e poi immergere le sarde prima di friggerle.
  4. Friggiamo le sarde e le mettiamo ad asciugare su un piatto con un foglio di carta paglia.
  5. Prendiamo una terrina e alterniamo uno strato di sarde ad uno strato di salsa di cipolle. Se prepariamo il piatto con 1 giorno di anticipo sarà ancora più saporito e buono.
facebooktwittergoogle_plusmail

Commenti (10)

  1. SeV a colazione 3 giugno 2015 at 8:45 Reply

    Le ho mangiate una volta accompagnate a fette di polenta abbrustolita sulla brace… buonissime.
    V.

    1. tiziana 3 giugno 2015 at 8:50 Reply

      Anch'io le trovo buonissime. Con la polenta abbrustolita devono essere eccezionali…
      Ciao
      Tiziana

  2. andreea manoliu 3 giugno 2015 at 14:52 Reply

    Un piatto molto gradito per i miei occhi e per il palato. Con la polenta…., sicuramente da leccarsi i "baffi", solo chi c'è li ha ! ha, ha, ha …

    1. tiziana 3 giugno 2015 at 21:54 Reply

      Allora anche tu adori le sarde!
      Si si, i baffi lasciamoli agli altri!
      Ciao 🙂

  3. Silvia Brisigotti 3 giugno 2015 at 19:13 Reply

    Buonissime!! Non le ho mai assaggiate ma il adoro questo modo di cucinarle, me le preparerò presto, in una cena in solitaria!!
    Buona serata!!!

    1. tiziana 3 giugno 2015 at 21:48 Reply

      Si si, così te le pappi tutte tu 🙂
      Ciao Silvia, buona serata a teeeee

  4. Miss Mou 4 giugno 2015 at 10:34 Reply

    Mamma mia io le adoro le sarde in saor anche se non le mangio mai mannaggia!!

    1. tiziana 4 giugno 2015 at 10:46 Reply

      Dai dai allora è l'occasione buona per prepararle 😉

  5. Azucena Martin Guillen 4 giugno 2015 at 11:58 Reply

    Me ha encantado este plato, las sardinas tienen que quedar muy ricas preparadas así, es una receta estupenda.
    Un beso.

    1. tiziana 8 giugno 2015 at 9:42 Reply

      Gracias Azucena!!!!! Muchas gracias 🙂 🙂 🙂
      Buenas semana
      Besos
      Tiziana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *