Lombardia

Lombardia: prodotti tipici lombardi

Lombardia: prodotti tipici lombardi

Dopo tanto girovagare tra la Francia e l’Austria degli ultimi mesi, tra arte e specialità culinarie del territorio, torniamo a casa in Lombardia e lo facciamo scoprendo ad uno ad uno i suoi prodotti agroalimentari certificati, in attesa di cucinarli o di assaggiarli insieme.

LA LOMBARDIA E LE SUE ECCELLENZE AGROALIMENTARI

La Lombardia, una delle regioni italiane più grandi, riveste una grande importanza anche in ambito agroalimentare.

E’ un territorio geografico ricco d’acqua che si estende in pianura, collina e montagna che ha permesso lo sviluppo di attività dedicate ai pascoli, così come alla coltivazione agricola. Tra i suoi prodotti tipici ci sono quelli di origine animale e derivata (salumi, latte, miele, formaggi, uova, carne) e i cereali come mais e riso (utilizzati al naturale o come sfarinati).

I prodotti tipici lombardi certificati sono 33: 20 di questi sono DOP mentre 13 sono IGP.

Vediamoli nel dettaglio.

Il miele varesino di Acacia DOP

È un prodotto monofloreale ottenuto dal nettare bottinaio dalle api sui fiori di acacia, molto ricco di sali minerali, vitamine, zuccheri semplici ed enzimi. Rappresenta da solo il 13% del miele prodotto nella regione.

L’asparago bianco di Cantello IGP

Coltivato a Cantello, in provincia di Varese, è caratterizzato da turioni bianchi e punte rosate. Cresce completamente sotto terra e ha un sapore dolce con un leggero retrogusto amaro.

Il melone mantovano IGP

Coltivano nel mantovano, ha una polpa di color giallo-arancio e un “Odore di fungo e di polpa d’anguria, aroma di tiglio e zucchino.”

L’olio extravergine d’oliva del Garda DOP

Coltivano sulla sponda bresciana del lago di Garda, ha un sapore aromatico fresco e delicato.

L’olio extravergine d’oliva dei laghi lombardi DOP

Coltivato nelle province di Brescia, Bergamo, Como e Lecco è un olio dal colore verde-giallo e dal sapore fruttato e leggero.

La mela della Valtellina IGP

Coltivata nel fondovalle di Sondrio fino a Tirano, sono mele dal colore e dal profumo intensi e con un gusto delicato. Si coltivano prevalentemente le Golden Delicious e le Stark Delicious.

La pera mantovana IGP

Coltivata nel mantovano, è una pera ottenuta da queste varietà di pero: William, Max Red Bartlett, Decana, Abate Fetel, Kaiser e Conference. Ha un sapore dolce e aromatico, ma si presenta in varie forme in quanto sono molte le varietà di pero dalle quali ha origine.

Il Bitto DOP

È un formaggio fatto soltanto con latte vaccino d’alpeggio della provincia di Sondrio, della Val Brembana e della pronvincia di Lecco. Vi si può aggiungere fino al 10% di latte caprino e ha un sapore dolce e intenso.

Il Formai de mut dell’Alta Val Brembana DOP

Il formaggio tradizionale della Val Brembana da secoli, fatto con latte vaccino della razza Bruna Alpina. Ha un colore giallo paglierino intenso e un forte aroma d’erba.

Il Gorgonzola DOP

Formaggio erborinato tipico di Lombardia e Piemonte, fra i primi ad aver ottenuto il riconoscimento D.O.P.
Può essere di media o breve stagionatura, a pasta molle o semidura, dal sapore dolce o piccante. Fatto con latte di vacca inoculato di Penicillium Roqueforti, tende a maturare rapidamente proprio per la presenza di queste muffe.

Il Taleggio DOP

Formaggio tipico della Val Taleggio (Bergamo) molto antico (la sua produzione risale al X secolo), con la crosta sottile, pasta compatta e morbida, colore rosato e muffe grigio-verdi.

Il Provolone Valpadana DOP

Formaggio tipico padano, oggi prodotto anche in Trentino, Emilia Romagna e Veneto, prodotto con latte vaccino, a pasta semidura e filata e con crosta liscia. Viene stagionato per 30 giorni nella sua maturazione minima, ma può raggiugnere i 16 mesi per la versione piccante dello stesso formaggio.

Il Grana Padano DOP

Formaggio originario della Lombardia, dell’Emilia Romagna, del Piemonte, del Trentino e del Veneto, a pasta dura e cotta e con una lenta maturazione.

Viene prodotto nella classica forma rotonda ed è il formaggio italiano più apprezzato nel mondo.

La Formaggella del Luinese DOP

Originario dell’area alpina lombarda a nord della Provincia di Varese, è un formaggio grasso a pasta semidura caratterizzato da una breve stagionatura.

È ottenuto da latte esclusivamente intero e crudo delle capre Camosciata delle Alpi, Nera di Verzasca e Saamen, allevate prevalentemente a pascolo.

Il Nostrano Valtrompia DOP

Formaggio semigrasso, di lunga stagionatura, a pasta dura, granulosa della Valtrompia (Brescia). Ha origine da latte di vacca parzialmente scremato, richiede una stagionatura di almeno 12 mesi, che può allungarsi fino a 24 mesi. È un formaggio molto aromatico, soprattutto quello d’alpeggio.

Il Quartirolo Lombardo DOP

Formaggio tipico delle zone di Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Milano, Pavia e Varese, a forma quadrangolare, prodotto in forme che variano da 1 chilo e mezzo a 3 chili e mezzo.

Ha una crosta sottile, una pasta morbida dal colore bianco-grigio che, nei primi periodi è friabile, mentre diventa compatta con la stagionatura. Ha un sapore acidulo e una quantità di grassi di almeno il 30%

Il Selva Cremasco DOP

Formaggio grasso, di media stagionatura, a pasta molle e crosta lavata. È tipico delle province di Bergamo, Brescia, Cremona, Lecco, Lodi, Milano e Monza-Brianza, viene prodotto con latte di vacche alimentate secondo la tradizione Padana.

Il Silter DOP

Formaggio semigrasso, di lunga stagionatura, a pasta dura originario dalla Val Camonica e dal versante est del lago di Iseo. Si produce con il latte di vacca di razza Bruna che può arrivare solo dagli alpeggi nel periodo della monticazione.

Lo Strachitunt DOP

Formaggio della Val Taleggio a pasta compatta, crosta sottile e rugosa di colore bianco paglierino. Ha un sapore aromatico intenso che varia dal dolce al piccante.

Il Valtellina Casera DOP

Formaggio semigrasso, di media e lunga stagionatura, a pasta semidura e dura. È tipico della Valtellina (Sondrio) e viene prodotto con latte di vacca parzialmente scremato. La tecnica casearia è tipica dei formaggi alpini. Stagiona almeno 70 giorni, dopodiché viene marchiato a fuoco.

Il Parmigiano Reggiano DOP

Il Parmigiano Reggiano DOP è un formaggio a pasta dura, cotta e non pressata, prodotto con latte vaccino crudo ottenuto da animali allevati nella zona di produzione, alimentati prevalentemente con foraggi locali. La sua produzione lombarda si concentra nel mantovano.

La Coppa di Parma IGP

La Coppa di Parma IGP è un prodotto di salumeria ottenuto dalla porzione muscolare del collo di suini appartenenti alle razze, pure o derivate, Large White, Landrace e Duroc Italiana o altre razze ritenute compatibili con il suino pesante italiano. La Coppa di Parma viene prodotta anche nelle zone lombarde di Lodi, Milano e Pavia.

Il Cotechino di Modena IGP

Il Cotechino Modena IGP è un prodotto di salumeria costituito da una miscela di carni suine ottenute dalla muscolatura striata, grasso suino, cotenna, sale, pepe intero e/o a pezzi. La produzione lombarda interessa le zone di Cremona, Lodi, Pavia, Milano, Monza e Brianza, Varese, Como, Lecco, Bergamo, Brescia, Mantova.

La Mortadella di Bologna IGP

Insaccato cotto di forma cilindrica oppure ovale, fatto esclusivamente con carne suina. Ha un profumo inconfondibile, forte e un po’ speziato.

La bresaola della Valtellina IGP

Originaria di Sondrio e provincia, è uno dei salumi più conosciuti e apprezzati in tutta la nazione. Viene prodotta utilizzando solo carne di coscia di bovino, di età fra i due e i quattro anni. Ha un colore intenso e rosso, una consistenza soda ed elastica e un ottimo profumo aromatico.

Il salame di Varzi DOP

Coltivato nell’Oltrepo Pavese, nel luogo in cui il torrente Staffora incontra il grande fiume Po, all’altezza di Varzi. È un salame dalla pasta morbida e compatta, di un bel colore rosso vivo e dal profumo speziato.

Il salame d’oca di Mortara IGP

Un prodotto nato nel ‘400, ma divenuto famoso nel XX secolo grazie agli ebrei, i quali lo consumavano in luogo del salame di suino. Oggigiorno è però fatto con carni mise d’oca e di suino nate, allevate e macinate in Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna, Veneto e Trentino alto Adige.

Il salame Brianza DOP

Prodotto con carni suine provenienti da allevamenti della Lombardia, Emilia Romagna e Piemonte, può essere prodotto a grana fine e a grana grossa. L’asciugatura e la stagionatura sono condotte secondo regole ben stabilite nei tempi e nelle modalità, in funzione del diametro del salame.

Il salame di Cremona IGP

Salame morbido, a fetta compatta, dal colore rosso intenso, preparato con carni suine aromatizzate con aglio pestato e sale. I suini provengono dagli stessi allevamenti del prosciutto di Parma e del San Daniele.

I Salamini Italiani alla Cacciatora DOP

I Salamini sono un prodotto di salumeria, insaccati crudi e stagionati, ottenuti da carne magra e grassa di suini appartenenti alle razze Large White e Landrace Italiana, Duroc o altre razze compatibili con il suino pesante italiano.

Zampone di Modena IGP

Prodotto di salumeria, crudo o precotto, a base di carne e cotenna suina. In Lombardia, la produzione riguarda le zone di Cremona, Lodi, Pavia, Milano, Monza e Brianza, Varese, Como, Lecco, Bergamo, Brescia, Mantova.

Salmerino del Trentino IGP

Pesce fresco della specie salmerino alpino, appartenente alla famiglia dei salmonidi, allevato in vasche alimentate dalle acque pure e fredde del Trentino. Ha una carne soda, tenera, magra e asciutta, dal sapore delicato di pesce, con un odore tenue d’acqua dolce. In Lombardia viene allevato nel bresciano.

Trote del Trentino IGP

Pesce fresco della specie trota iridea, allevato in vasche alimentate con acqua di fonti della zona di produzione. Ha una carne bianca o salmonata, compatta, tenera, magra e con un sapore delicato.

 

facebooktwittergoogle_plusmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *