Confetture e Marmellate

Confettura di prugne e una piadina per fare merenda

Ecco una delle confetture preparate quest’estate che cadono a fagiolo in questi giorni, per preparare una buona merenda.

 

Ingredienti
  • 1000 g di prugne
  • 400 g di zucchero semolato
  • il succo di 1 limone
Preparazione
  • Laviamo le prugne, le tagliamo a metà togliendo anche il nocciolo e poi le tagliamo ancora a pezzetti.
  • Mettiamo le prugne e lo zucchero a macerare in un contenitore coperto, riposto in frigorifero, per un periodo da 2 a 24 ore.
  • Versiamo le prugne, lo zucchero e il succo di limone in una pentola capiente e facciamo cuocere a fuoco basso fino a quando le prugne si saranno sfaldate completamente (40/50 minuti circa).
  • A questo punto dobbiamo scegliere se usare il passaverdura per ottenere una confettura più liscia oppure evitare di passare il tutto, ottenendo in questo caso una confettura più rustica e a pezzetti.
  • Dopo aver usato eventualmente il passaverdura, rimettiamo la salsa ottenuta nella pentola, sul fuoco basso e continuiamo la cottura fino all’addensamento. In ogni caso la cottura sarà terminata quando, prendendo la confettura con un cucchiaino, la marmellata rimarrà sul cucchiaio e poi cadrà senza lasciare la goccia.
  • Invasiamo nei contenitori sterili (già fatti bollire in una pentola d’acqua per 15 minuti) e poi mettiamo gli stessi contenitori  (riempiti e chiusi) avvolti in un canovaccio pulito, all’interno di una pentola capiente piena di acqua fredda. Portiamo ad ebollizione e continuiamo così per altri 15 minuti. Il livello dell’acqua deve ampiamente coprire i vasetti.
  • Preleviamo i vasetti dalla pentola e li capovolgiamo per creare il sottovuoto. Controlliamo sempre che si sia formato il sottovuoto correttamente. Schiacciando con il polpastrello di un dito contro il coperchio, non si deve sentire il “click” e non deve sentirsi l’aria sottostante.
  • Riponiamo i vasetti in un luogo fresco, asciutto e lontano da fonti di calore, etichettando anche la data di produzione su ogni vasetto. La confettura si conserva fino a 6 mesi.
Avete già deciso come degustarla?
Io non ho dubbi… oggi piadina!
facebooktwittergoogle_plusmail

Commenti (4)

  1. Mila 5 ottobre 2016 at 9:29 Reply

    E' proprio vero quello che diceva mia nonna che la piadina è buona con tutto!!!!

    1. tiziana 5 ottobre 2016 at 12:22 Reply

      Concordo Mila!

  2. consuelo tognetti 5 ottobre 2016 at 18:09 Reply

    Intrigante degustazione 😛 Sai sempre come prendermi x la gola!

    1. tiziana 6 ottobre 2016 at 19:28 Reply

      Grazie Consu!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *