Colazione

Il Dolce della Via Francigena di Claudio Gatti

Vi ricordate Sweety of Milano? La più grande pasticceria del mondo… Cliccate qui per dare un’occhiata.
Oggi ho provato a fare il Dolce della Via Francigena del pasticciere Claudio Gatti (pasticceria Tabiano), da lui stesso presentato durante la sua masterclass di Sweety of Milano.
La ricetta è stata poi pubblicata da Sweety of Milano (Italian Gourmet) e oggi io ve la faccio conoscere, in tutta la sua bontà.
E’ un dolce buonissimo, che ha radici antiche. Claudio Gatti scrive “… la passione per i cammini e la mia professione di pasticciere mi hanno portato a lavorare su antichi ricettari, studiando le abitudini di pellegrini e i cibi che trovarono lungo il percorso. Dalla combinazione equilibrata di antichi ingredienti, leggeri e nutritivi, che danno il giusto apporto di energia al viandante, è nato il Dolce della Via Francigena, da gustare lungo il cammino!”
 
Ingredienti
(gli ingredienti indicati sotto sono quelli
pubblicati da Sweety.
Io ho dimezzato le dosi
per uno stampo da 30×30 cm):
Per la pasta frolla

 

  • Farina, 1kg
  • Burro, 500 gr
  • Tuorli, 200 gr
  • Zucchero, 350 gr
  • Lievito in polvere, 10 gr
  • Sale, 10 gr
  • 1 limone grattugiato e succo spremuto
Per il ripieno
  • Mandorle, nocciole, noci e castagne, 100 gr
  • Zucchero, 90 gr
  • Miele, 10 gr
  • Uova, 4 intere
  • Marmellata di albicocche, qb
  • Uvette, arancio candito, qb
  • Farina, qb
Procedimento
(tempo circa 1 ora e mezza)
  1. Preparare la frolla lavorando tutti gli ingredienti (nella planetaria o a mano) facendo attenzione a non scaldare troppo l’impasto. Mettere a riposare in frigorifero per almeno 30′.
  2. Macinare la frutta secca con lo zucchero molto finemente.
  3. Mettere la frutta secca macinata con lo zucchero a montare nella planetaria per circa 10′ insieme alle uova.
  4. Mettere la massa montata così ottenuta nello stampo, foderato con la pasta frolla, e aggiungere marmellata di albicocche sul fondo con uvetta e arancio candito.
  5. Decorare il dolce con frutta secca tritata in modo grossolano.
  6. Mettere in forno a 170° C per circa 50′

 

facebooktwittergoogle_plusmail

Commenti (9)

  1. andreea manoliu 20 novembre 2015 at 15:05 Reply

    Infatti ha un aspetto molto delizioso, si nota la friabilità e immagino molto golosa !

    1. tiziana 23 novembre 2015 at 12:56 Reply

      Grazie Andrea!

  2. Daniela 20 novembre 2015 at 19:00 Reply

    Fantastica!!!!!!!!

    1. tiziana 23 novembre 2015 at 12:56 Reply

      Grazie Dani!

  3. Silvia Brisigotti 20 novembre 2015 at 20:11 Reply

    Ma che torta meravigliosa, davvero una favola, la devo fare, grazie per la ricetta, mi brillano gli occhi!!!
    Un abbracciooo!!

    1. tiziana 23 novembre 2015 at 12:56 Reply

      Ma che bello!
      Chissà che foto le farai…..
      Grazie Silvia e a presto,
      Tiziana

  4. monica 21 novembre 2015 at 17:19 Reply

    Che torta favolosa! Sono davvero curiosissima di assaggiarla e perciò mi dovrò mettere all'opera al più presto.
    Grazie per la dritta!!

    1. tiziana 23 novembre 2015 at 12:55 Reply

      Allora buona fortuna e buona torta Monica.
      Grazie a te di essere passata a trovarmi.
      Ciao

  5. Itinera De Gustibus 25 novembre 2015 at 22:44 Reply

    Un dolce tipicamente invernale, anzi lo trovo adatto anche al Natale. Grazie per la tua realizzazione, la spiegazione passo passo e le foto.
    Un caro saluto
    Maria Teresa

Rispondi a andreea manoliu Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *