Colazione

Brioche di pasta sfoglia ripiene di cioccolato fondente, mascarpone e mandorle

Oggi è una giornata di festa e io sto felicemente lavorando da casa, tra scartoffie e quaderni con lunghe liste di to do. La sveglia suona come sempre alle 6, apro il mio portatile nel silenzio domestico e comincio saltare da un file all’altro, mentre mia figlia si gode qualche ora di sonno in più e mio marito si guarda intorno con l’atteggiamento tipico di quelli che vorrebbero rilassarsi, approfittando delle giornata, ma che non essendo abituati a star fermi o lontani al lavoro, si muovono irrequieti e un pò spaesati. Mi viene da sorridere, ma non posso perdere la concentrazione perchè di qui a poco si sveglierà una simpatica bambina che necessiterà di tutte le attenzioni possibili; inoltre la tabella di marcia ha tempi rigidi! Una casa da sistemare, due pasti da preparare in tempo e una casa da seguire e da sistemare, ma soprattutto una piramide di vestiti da stirare. Non mi scoraggio, ma lancio uno sguardo al mio blog pensando “chissà quando troverò il tempo di rimettermi a fare delle ricette come dico io…” e subito mi sovviene che a fine novembre avevo preparato delle brioche sfogliate e avevo scattato qualche foto. E’ tutto lì nel computer, basta scrivere la ricetta. Ecco, mentre aggiunto quest’ultimo piacevole punto alla lista dei to do, mio marito esclama “Ma perchè non prendiamo l’abitudine di scappare il più lontano possibile nel mese di dicembre? Scappiamo e basta!”.

E buon giorno amici!

 

chiocciole di pasta sfoglia

 

Ingredienti per la pasta (ricetta ispirata a “Girella sfogliata” del libro “La lievitazione Lenta” del maestro P. Giorilli, edizione Gribaudo)

  • 1.000 g di farina (W 300)
  • 300 g di latte (la ricetta originale prevedeva il tè al mirtillo)
  • 230 g di uova
  • 150 g di zucchero
  • 20 g di sale
  • 10 g di lievito di birra
  • 300 g di burro ammorbidito (da impastare)
  • 300 g di burro per sfogliare (da appiattire con il mattarello, usando due fogli di carta forno sotto e sopra)

Temperatura impasto 24°C

Ingredienti per ripieno (a mia scelta)

  • 400 g di mascarpone
  • 200 g di cioccolato fondente 70%
  • mandorle affettate quanto basta

Per decorare

  • emulsione fatta con 1 uovo, un pizzico di sale e 10 g di latte
  • zucchero a velo quanto basta

Preparazione della pasta

Impastare con la planetaria o con una impastatrice, usando il gancio. Lavorare per primi la farina, il lievito e il latte. Aggiungere le uova gradualmente e lo zucchero. Quando saranno ben assorbite, aggiungere anche il sale e il burro. Lavorare fino ad ottenere un bell’impasto liscio e omogeneo. Riporre in un mastello coperto e lasciare lievitare in frigorifero a 4°C per 4 ore.

Stendere la pasta a rettangolo con un mattarello. Aggiungere il burro (precedentemente schiacciato fino a 1 centimetro, usando due fogli di carta forno) e disporlo su due terzi della superficie della pasta. A questo punto ripiegare verso il centro la parte senza burro e, successivamente, ripiegarvi sopra la parte con il burro.

Sfogliare con una piega a 4 e una piega a 3. Rimettere in frigorifero per almeno 30 minuti.

Stendere ancora la pasta fino a pochi millimetri di spessore e spalmarvi il ripieno su tutta la superficie. Per il ripieno fare prima sciogliere a bagnomaria il cioccolato, quindi mescolarlo al mascarpone emulsionandolo bene con una frusta. Aggiungere anche le mandorle affettate finemente.

Arrotolare l’impasto su se stesso, racchiudendo all’interno il ripieno di mascarpone, mandorle e cioccolato. Ritagliare tranci di questo rotolo lunghi circa 20 centimetri e poi, con ognuno, formare delle chiocciole.

Disporre le chiocciole su una teglia foderata con carta forno oppure in tanti piccoli stampi rotondi. Lasciarli lievitare fino al raddoppio del volume iniziale, alla temperatura ideale di 24°C o a temperatura ambiente.

Dorare con un’emulsione di uova-latte-sale e cuocere in forno a 210°C per circa 15 minuti.

Fare raffreddare e spolverare con dello zucchero a velo.

 

 

 

facebooktwittergoogle_plusmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *