Creme

Baccalà su crema di cereali e cavolo riccio

Ecco che la cucina circolare ha messo il suo zampino già da questo lunedì: la settimana promette bene!

Frulliamo 200 g della zuppa di farro e cavolo riccio della precedente ricetta (clicca QUI per leggerla), aggiungiamo un goccio di olio extravergine d’oliva e la crema è pronta!

Non è necessario frullare tutto finemente, perché è interessante sentire una certa consistenza sotto i denti (come si evince dalla foto). La quantità di olio da aggiungere va regolata in base al gusto personale, ma è importante che non sia eccessiva (per la leggerezza del piatto e per la struttura della crema). Versare quindi gradualmente l’olio (o del brodo se preferite) e mantenere la cremosità.

Ricetta per 4 persone

Tempo totale circa 15/20 minuti

200 g di zuppa frullata con un goccio d’olio evo

sale fino quanto basta (io non lo aggiungo mai sul baccalà)

4 tronchetti di filetto di baccalà dissalato, già puliti

qualche fogliolina di prezzemolo fresco

1 spicchio d’aglio in camicia o mezzo scalogno

 

Baccalà su crema di cereali e cavolo riccio

 

Fare rosolare dolcemente il pesce in una casseruola con un goccio d’olio evo, l’aglio o lo scalogno e il prezzemolo. Eliminare l’aglio o lo scalogno e continuare la cottura, bagnando al bisogno con un po’ d’acqua o di brodo vegetale. A me piace molto bagnare il baccalà con del latte. La cottura dovrà essere a fuoco basso altrimenti i filetti rischieranno di rovinarsi.

Servire il baccalà su un po’ di crema, aggiungendo un cucchiaio del sughetto di cottura.

 

Baccalà su crema di cereali e cavolo riccio

 

Ottimo abbinamento con la focaccia di mais e semi misti (clicca QUI per prepararla).

 

facebooktwittergoogle_plusmail

Commenti (2)

  1. […] in parte per un’altra ricetta: faremo infatti una crema sulla quale adageremo un filetto di baccalà. Pranzo e cena sono sistemati anche […]

  2. […] è il secondo consumatore di baccalà al mondo e la mia famiglia credo che contribuisca efficacemente a mantenere alto questo […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *