Pensieri e racconti

Io resto a casa

Era il 20 febbraio 2020.

Ultimo corso su pizza e focaccia insieme ai bambini della scuola elementare.

Felici, stanchi, direi esausti, ma insieme.

Il 21 febbraio 2020 è ufficialmente arrivato il Corona Virus, ma chissà da quanto girava tra di noi senza che lo sapessimo.

Dal 21 febbraio 2020 sono a casa, felice di restarci e di reinventarmi una vita che si adegui alle esigenze del bene comune. Non ero obbligata a farlo fin da quel giorno perché ero in una “zona gialla”, ma ero felice di farlo.

Il lavoro interamente fatto in casa, che prima sembrava impossibile, ora è la normalità.

Possiamo farcela: è un dato di fatto, ma dobbiamo farcela insieme.

Sono certa che ai più, questa triste storia, insegnerà moltissimo. A me ha già insegnato tanto.

Ci vediamo domani con un nuovo impasto.

A presto.

 

facebooktwittergoogle_plusmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *