Storia

Belvedere di Vienna

Belvedere di Vienna, scrigno del ‘700

Il Belvedere di Vienna è un castello barocco risalente al ‘700, originariamente sorto con lo scopo di essere una residenza estiva degli imperatori austriaci.

Oggi è un museo straordinariamente bello e affascinante, al cui interno è possibile ammirare molte opere che ricoprono un lungo periodo storico, dal Medioevo all’Età Contemporanea e alcuni capolavori come il Bacio e la famosa Giuditta del pittore Gustav Klimt.

Foto scattate al Belvedere di Vienna

(dicembre 2019)

Belvedere Vienna

G. Klimt, “Judith”, 1901

 

Belvedere Vienna

G. klimt, “Il Bacio”, 1907

 

Un bellissimo giardino alla francese collega i due edifici che costituiscono il castello di Belvedere: il Belvedere inferiore e il Belvedere superiore.

Questo meraviglioso esempio di barocco, tra i più belli d’Europa, nacque da un progetto dell’Architetto Johann Lucas von Hildebrand per ospitare il Principe Eugenio di Savoia durante il periodo estivo. Oggi è patrimonio dell’UNESCO ed è una delle maggiori collezioni d’arte austriache, sebbene venga spesso ricordato in primis per i capolavori di Gustav Klimt, di Egon Schiele e di Oskar Kokoschka in esso custoditi.

 

Belvedere Vienna

G. Klimt, “Madre con due bambini”, 1909

 

La Vienna natalizia e invernale ha indubbiamente un fascino particolare e molto attraente, ma è durante la primavera che una visita al Belvedere offre ai visitatori lo spettacolo dei suoi maestosi giardini: tra aiuole, giardini e vasche d’acqua fino ad arrivare al giardino privato del Principe, il Kammegarten, passando per il giardino alpino, che ospita piante tipiche delle Alpi e che è il più antico nel suo genere di tutta Europa.

 

Belvedere Vienna

Gustav Klimt, “Adamo ed Eva”, 1918

 

Il nostro lunedì comincia da qui, da una colazione al Belvedere innanzi a tanta bellezza e a tanti spunti di riflessione. Il prossimo appuntamento con la cucina del blog è fra poco, con due nuove e  meravigliose ricette da fare a casa: le mini baguette francesi e il panfrutto all’albicocca.

 

Belvedere Vienna

G. Klimt, “Avenue to Kammer Palace”, 1912

 

Belvedere Vienna

Egon Schiele, “Dr. Hugo Koller”, 1918

 

Belvedere Vienna

Jacques-Louis David, “Bonaparte valica il Gran San Bernardo” 1803, museo Belvedere di Vienna

 

 

facebooktwittergoogle_plusmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *