Chiacchiere per conoscersi

Tiziana BontempiMi chiamo Tiziana e un pò di tempo fa ho deciso di aprire questo mio diario virtuale in cui condividere alcune delle mie passioni. La cucina è un vero amore che non mi delude mai, ma ci sono anche la musica, l’arte, la fotografia, i viaggi, i libri. In questo mio piccolo regno dal nome buffo, Profumo di Broccoli, cucino, preparo i lieviti con cura, racconto un pò di questo e un pò di quello, insomma mi faccio compagnia e spero di farne un pò anche ai mie amici che decidono di fare una sosta su queste pagine. Un blog dopotutto è principalmente una persona; un volto; la vicina della porta accanto; qualcuno con il quale puoi chiacchierare mentre impasti il pane; qualcuno al quale puoi chiedere consigli e spiegazioni su una ricetta che non è riuscita bene come pensavi e con cui condividere esperienze e pasticci culinari. Tutto questo chi l’averebbe mai immaginato solo qualche anno fa?

Io non sono una cuoca di formazione, sebbene abbia ormai frequentato tanti corsi. I miei studi sono stati di tipo economico e ho iniziato a lavorare subito dopo la scuola in varie realtà. Dapprima a Milano nel settore finanziario e di sviluppo immobiliare, poi nel settore dell’editoria professionale, presso una bella azienda franco-olandese, dopodiché sono approdata nel medicale, sempre con mansioni commerciali e di programmazione, mentre di recente ho iniziato a lavorare con mio marito come contabile. Ho chiuso volutamente e serenamente tante porte per aprirne di più grandi oppure per adeguarmi alla vita che cambia e alla famiglia. Non so stare ferma e ho un’innata necessità di costante miglioramento. L’idea del cambiamento mi fa sempre brillare gli occhi: prima ancora di capire ciò che si può fare di nuovo, scorgo in lontananza tutti i possibili effetti positivi del cambiamento stesso e mi sento già elettrizzata all’idea di mettermi al lavoro.

Dopo una giornata tra numeri da far quadrare, mi piace dare una boccata d’aria fresca alla mente e rilassarmi con le mani in pasta, oppure impastando il principe di questo mio regno, il lievito madre. Ognuno ha il proprio modo per rimettersi in pace con il mondo.

Cosa troverete tra le pagine di Profumo di Broccoli? Tantissime ricette di tutti i tipi: dal pane, alle torte, dal vegetariano e vegano ai piatti di carne e pesce, dall’aperitivo alle idee per il dessert. Su cosa si basa principalmente la mia cucina? Scorre anche lei come tutto! Cambia in base al tempo che passa, ai gusti che mutano, alle esigenze di un momento e in certe occasioni si lascia condizionare dalle mode. Pasticcio, creo, prendo spunto di qua e di là, oppure seguo alla lettera i libri dei maestri o preparo i piatti della nostra tradizione. A volte, invece, vorrei fare chissà che cosa… ma poi manca sempre il tempo.

Vi aspetto in cucina, per chiacchierare e assaggiare un pò di tutto.

Tiziana

 

 

***

Il primo articolo dei quel lontano 8 dicembre 2013

Profumo di broccoli… che profumo delizioso!

Mi chiamo Tiziana, ho 37 anni, ho un marito e una bimba di 3 anni e come molti di voi adoro cucinare. Tiziana Bontempi

Ho deciso di tuffarmi in questo blog forse per lo stesso motivo che accomuna tutti gli appassionati di cucina che navigano in rete: condividere e imparare.
Questo è un mondo in cui non si finisce mai di imparare, sperimentare, fare disastri e, chi ama cucinare, ama farlo in compagnia, cercando suggerimenti e nuove idee e mettendo in comune le proprie esperienze e i propri consigli.

Da un anno a questa parte ho cominciato ad interessarmi un po’ di più alla cucina. Il motivo? Avendo una bambina piccola da crescere, Giulia, e con l’intento di farle amare sia il cibo che la tavola nonché di farle vivere il momento della pappa come una vera festa, ho trovato quel motivo che mi mancava per mettermi a pasticciare con maggiore dedizione. La scelta di questo nome per il blog? Quando Giulia ritorna dalla scuola materna e in casa aleggia il forte profumo dei broccoli cucinati il giorno stesso, esclama: “Che profumino delizioso di broccoli mamma!”. Considerato il fatto che la maggior parte delle persone non ama particolarmente i cavoli, né tantomeno il forte profumo che si sprigiona durante la loro cottura, ho pensato che potesse essere un nome simpatico e buffo.

Vi aspetto nella mia cucina. A presto!