Tradizione

Biscuit de Savoie

Viaggio che fai, ricetta che trovi Uno degli aspetti culinari dei viaggi che amo maggiormente è scoprire le piccole differenze tra una ricetta, fatta in un paese, e la medesima preparazione fatta invece a pochi chilometri di distanza. Non mi soffermo particolarmente sull’origine o sulla “vera storia di…”, come avrete ormai capito dai miei precedenti post su questo argomento e dai libri che vi ho più volte suggerito di leggere (vedasi I gusti del Medioevo, Denominazione di origine inventata, Il sugo della Leggi Tutto...

Alta Savoia

La montagna nel cuore Vi avevo salutato a luglio suggerendovi la lettura di un libro, La montagna dentro di Hervé Barmasse e vi ritrovo oggi, ancora tra le vette e sempre più innamorata della montagna. Alta Savoia Prima di tornare a cucinare e a rimettere le mani in pasta, facciamo una sosta sul tetto d’Europa, il meraviglioso Monte Bianco, sulle vette circostanti o presso le pittoresche città come Annecy, la Venezia delle Alpi. Il Monte Bianco alle mie spalle Siamo in Alta Savoia, una bellissima regione del sud della Leggi Tutto...

Col du Lautaret e gratin dauphinois

Sono partita per le vacanze con una montagna di libri da leggere, un computer sul quale annotare pensieri e recensioni durante le tarde e silenziose serate e un’instancabile macchina fotografica, consapevole che nessuna delle mie foto ammaccate potrà esprimere quella pace interiore o quel lento e costante battito cardiaco in armonia con la natura. Col du Lautaret È proprio da qui, dal Col du Lautaret, che sento una variazione del battito del mio cuore. Lascio la tachicardia costante di Milano, i ritmi Leggi Tutto...

Denominazione di origine inventata

Denominazione di origine inventata il libro di Alberto Grandi Edito da Mondadori   Un libro che tutti gli appassionati di storia dell’alimentazione e di gastronomia, i giornalisti e i food blogger dovrebbero leggere. Della pungente penna di Alberto Grandi vi avevo già parlato nel post su un altro suo libro, Parla mentre mangi, così come della sua spiccata ironia e della sua schiettezza. Alberto Grandi studia a fondo le origini e il “sugo della storia” come direbbe Massimo Montanari, per dimostrare senza mezzi termini le Leggi Tutto...

Château de Vizille

  Château de Vizille (Grenoble, France)   Oggi vi porto ancora a spasso nel dipartimento dell’Isère, nella regione dell’Auvergne-Rhône-Alpes e all’interno del parco naturale dell’Écrins per visitare un giardino silenzioso, romantico e un castello del Seicento: le Château de Vizille.     Siamo a due passi dalla bella città di Grenoble, circondati dalle verdi montagne, in un sito molto curato e di libero accesso.      Il Castello ha una grande importanza storica perché è stato la culla della Rivoluzione Francese: fu qui che si riunì l’assemblea Leggi Tutto...

Parla mentre mangi: il libro di Alberto Grandi

Tortellini e paste ripiene: chi ha la ricetta originale? La cucina giapponese e alcune cucine africane hanno vari tipi di paste ripiene; la cucina cinese ha i suoi famosissimi ravioli al vapore con ogni tipo di ripieno; in Turchia ci sono i ravioli dolmalar, derivanti probabilmente dai creatopitta greci. Sempre in Grecia troviamo gli spinakopitta (ravioli di spinaci), i lukanikopitta (ravioli di salsiccia) oppure i tyropitta (ravioli di formaggio) e, a ben leggere questi nomi di piatti, salta alla mente il Leggi Tutto...

Filone di pane con farina integrale di segale

“Il pane appartiene alla mitologia” Ippocrate A proposito di mito, il maestro Gualtiero Marchesi diceva che: “Il mito è un racconto applicato con funzioni sociali, grazie al quale un’esperienza complessa diviene comunicabile, una conoscenza personale può essere generalizzata. Il mito è il racconto mirabile in cui sentimenti ed emozioni assumono chiarezza e valore esemplare.“   È con queste parole che vi introduco il pane di oggi, il mio mito, impastato con l’antica farina di segale integrale. Vi riporto in un mondo antico, fatto ahimè di Leggi Tutto...

Main de Nice: pane Mano di Nizza o pane Picasso

Main de Nice, il pane di Nizza a forma di mano La prima volta che vidi questo pane non mi piacque e pensai che fosse un po’ macabro… Poi mi incuriosì, non so come e perché, ma fu così e cercai la ricetta e decisi di prepararlo a casa mia. Adesso mi diverto tantissimo a farlo, così ho deciso di impastarlo insieme a voi qui sul blog.     Inizialmente chiamata la mezzaluna a quattro dita, si tratta di un pane antico annoverabile tra quei pani Leggi Tutto...

Kanel Boller: i dolci arrotolati scandinavi

Il Kanel Boller è una viennoiserie tipica delle regioni scandinave, in particolare della Norvegia e della Svezia. È un dolce formato da una pasta brioche semplice e non troppo grassa oppure, in alternativa, da una pasta di pane al latte ed è farcito con del burro alla cannella. Di base è quindi di una preparazione che si può definire classica (tipica di molte altre ricette), ma la sua forma è particolare e molto caratteristica. Si tratta infatti di un dolce monoporzione rotondo, del Leggi Tutto...

Libum: il pane che arriva dall’antica Roma

Oggi prepariamo un pane senza lievito che arriva dall’antica Roma: il Libum. Sarà ancora fresco e commestibile? Certo che sì, perché non andremo per siti archeologici a cercare antichi reperti, ma impasteremo nelle nostre cucine. Scherzi a parte, prepareremo il pane Libum in pochi minuti, con estrema semplicità e, dopo altri venti minuti di cottura, sarà già pronto da presentare a tavola. Un piacevole tuffo nel passato e un’ottima alternativa per questi giorni di quarantena dovuti al Covid 19, durante i quali molti di Leggi Tutto...